Menu

Un Santikutz Klasika con una lotta nella fuga e una paura per caduta

89ª Santikutz Klasika: Legazpi-Legazpi (167,2 km)

Ci sono giorni in cui l’aspetto sportivo viene messo da parte a causa delle circostanze. La Santikutz Klasika 2023 di quest’anno ha suscitato questa impressione all’interno della struttura U23 della Fondazione Contador a causa della grave caduta subita da Antonio González nella discesa del terzo passaggio per Liernia, negli ultimi 59 chilometri. Il corridore di Soria, che non ha perso conoscenza, è stato portato in ospedale per accertamenti e cure. Lo spavento iniziale, tuttavia, è stato grande.

Antonio era in sella a un gruppo che si stava avvicinando alla fuga di quattordici corridori in cui erano già presenti Sebastiano Minoia e Gabriele Raccagni. Una fuga che, nella sua genesi, in uno dei primi passaggi per Liernia, era stata preceduta da una caduta, questa volta senza tante conseguenze, di un corridore della EOLO-KOMETA: Arnau Gilabert. La fuga si è selezionata in modo importante dopo l’ultimo passaggio sul traguardo, con Minoia che ha ceduto sul muro non segnato di Kitenberg, poi Racca.

Fran Muñoz è stato coinvolto in alcuni dei movimenti che si sono verificati in un gruppo principale sempre più ridotto dei leader. Da questo gruppo sono usciti corridori importanti e sulla salita di Las Minas si è formato un gruppo di testa di una ventina di corridori, che si è ridotto ulteriormente sulla salita di Atagoiti, l’ultima salita su cui Unai Zubeldia (Caja Laboral) ha attaccato per assicurarsi la vittoria in solitaria a Legazpi. Thomas Silva (Caja Rural) rimane leader della Coppa e David Domínguez (Zamora Enamora) passa alla leadership degli elite.

[? Unai Demi ]

POLTI KOMETA
AURUM VISIT MALTA
GSPORT EOLO SKODA SOLO CAFFE
ENVE KASK BURGER KING SIDI KOO OLIVA NOVA LOTTO
CHIARAVALLI VITTORIA EMEN4SPORT LECHLER BRICS BKOOL PROLOGO ELITE LOOK SVITOL TRAININGPEAKS LACASADELFISIO SPORTLAST VELOTOZE BETA Honest Food Pedranzini