Menu

Tour of Austria: salita, e spazio per tutti

Tour of Austria (2.1)
2-6 luglio

Salita? Tanta. Noia? Poca. Campioni? Tanti. Pianura? Poca. Signore e signori, benvenuti al Tour  of Austria: una corsa che torna a essere disputata dopo tre anni di stop, una corsa che fa della tanta salita e della bellezza dei luoghi attraversati i suoi punti di forza.

Cinque tappe, che vedranno i ragazzi della EOLO KOMETA cercare di essere protagonisti dopo le fatiche dei campionati nazionali in un gruppo che vedrà la presenza di quattro formazioni World Tour. Una squadra senza un capitano designato, che avrà la libertà di divertirsi e far divertire. E allora, buona strada a Simone Bevilacqua, Alessandro Fancellu, Andrea Garosio, Javi Serrano, Simone Raccani, Samuele Rivi e David Martin: a loro il compito di tenere alti i nostri colori, e provare a regalarci qualche soddisfazione.

Cinque tappe, dicevamo. Via il 2 luglio con partenza e arrivo a Dorbrin dopo 147,6 km mentre il giorno successivo la tappa da St. Anton a Innsbruck rivivrà il percorso dei mondiali del 2018. Il 4 luglio il menù prevede 148,5 km da Sillian ad Alpendorf con la scalata del mitico Grossglockner. Si continua poi con la tappa da Alpendorf a Steyr, giornata buona per i cacciatori di fughe, mentre il vincitore della classifica generale si deciderà nell’ultima tappa che porterà il gruppo da Ybbs all’arrivo in salita di Sonntagberg.

Jesus Hernandez: “Senza un capitano come Fortunato o Albanese, daremo a ogni corridore la possibilità di fare la sua corsa e di giocarsi le sue carte. Ci saranno due tappe con probabile sprint per Davìd, per Serrano ci saranno tappe con finali più duri, Rivi e Fancellu con Bevilacqua e Raccani potranno inserirsi nelle fughe mentre con Garosio terremo d’occhio la classifica generale perché lui ha meritato questo ruolo con le sue ultime corse in cui è stato benissimo”.

Alessandro Fancellu: “Questa è una corsa che non ho mai fatto ma che mi è sempre piaciuta tanto perché sono zone meravigliose, e le tappe riservano terreno buono per tutti e per attaccare. Sarà una bella settimana, io spero di essere tra i protagonisti”.

Andrea Garosio: “Avevo voglia di correre, ci tenevo e sono contento che la squadra mi abbia convocato. La corsa è dura ma non impossibile, c’è spazio per fare bene e la mia condizione è davvero ottima. Spero di meritarmi la fiducia che mi sta dando la squadra”.

POLTI KOMETA
AURUM VISIT MALTA
GSPORT EOLO SKODA SOLO CAFFE
ENVE KASK BURGER KING SIDI KOO OLIVA NOVA LOTTO
CHIARAVALLI VITTORIA EMEN4SPORT LECHLER BRICS BKOOL PROLOGO ELITE LOOK SVITOL TRAININGPEAKS LACASADELFISIO SPORTLAST VELOTOZE BETA Honest Food