Menu

Ecco la Tirreno-Adriatico: siamo pronti a sognare

Tirreno-Adriatico (2.UWT)
6-12 marzo

1^ tappa – Lido di Camaiore – Lido di Camaiore (11,5 km, cronometro)
2^ tappa – Camaiore-Follonica (209 km)
3^ tappa – Follonica-Foligno (216 km)
4^ tappa – Greccio-Tortoreto (219 km)
5^ tappa – Morro d’Oro-Sassotetto (168 km)
6^ tappa – Osimo Stazione-Osimo (194 km)
7^ tappa – San Benedetto del Tronto-San Benedetto del Tronto (154 km)

“Se il giorno prima di una corsa come questa non siete emozionati, significa che avete sbagliato mestiere”. Disse così il nostro Ivan Basso, tre anni fa, sul pullman della squadra, alla vigilia della prima Tirreno-Adriatico corsa dalla EOLO KOMETA. Davanti a lui gli occhi sgranati dei corridori che mai avevano partecipato a una corsa monumento come quella ma che avevano tanta voglia di provarci e mettersi in mostra.

Sono passati tre anni. La EOLO KOMETA è cresciuta e al nostri gruppo si sono aggiunti tanti nuovi compagni di viaggio. Tante cose sono cambiate ma, per fortuna, alcune cose sono rimaste le stesse: e una, è proprio l’emozione quando ci capitano vigilie come questa.

Si parte per la Tirreno-Adriatico, che quest’anno si presenta dura e esigente come non mai. Sette tappe, una diversa dall’altra, nelle quali cercheremo di farci vedere e di lasciare il segno come sempre abbiamo fatto. Si inizia lunedì con la classica cronometro, tutta in pianura lungo il mare di Lido di Camaiore, mentre il giorno dopo saranno gli sprinter da darsi battaglia con gli ultimi 70 km tutti lisci e senza salite. Ma il gioco inizierà a farsi duro il giorno seguente con la Follonica-Foligno che vedrà la scalata del Passo del Lume Spento prima di un finale molto nervoso. Il 9 marzo la Greccio-Tortoreto è la tappa più lunga con i suoi 219 km: i primi 70 km sono tutti in salita prima della discesa sul circuito finale di Tortoreto. Il 10 marzo tappa con arrivo in salita con la scalata del Sassotetto dove chi vorrà vincere la corsa dovrà essere davanti mentre la sesta frazione sarà caratterizzata da continui saliscendi che metteranno in difficoltà tutti prima della doppia scalata a Osimo. Finale domenica 12 marzo con l’arrivo pianeggiante di San Benedetto.

Mirco Maestri è innamorato della Tirreno-Adriatico, ed è proprio in questa corsa che ha raccolto i suoi risultati più belli con la conquista della classifica a punti nel 2019: “Sì, sono molto legato a questa corsa ed è una di quelle che amo di più: negli anni passati mi ha anche dato delle grandi soddisfazioni e ovviamente mi sento prontissimo a onorarla. Mi piacerebbe raccogliere qualcosa di buono, a livello personale ma anche per la squadra: vedremo”.

Lineup: Davide Bais, Mattia Bais, Erik Fetter, Lorenzo Fortunato, Francesco Gavazzi, Samuele Rivi, Mirko Maestri

POLTI KOMETA
AURUM VISIT MALTA
GSPORT EOLO SKODA SOLO CAFFE
ENVE KASK BURGER KING SIDI KOO OLIVA NOVA LOTTO
CHIARAVALLI VITTORIA EMEN4SPORT LECHLER BRICS BKOOL PROLOGO ELITE LOOK SVITOL TRAININGPEAKS LACASADELFISIO SPORTLAST VELOTOZE BETA Honest Food Pedranzini