Menu

Ancora Fortunato: e la EOLO KOMETA corre da grande squadra

Tour of the Alps
2^ tappa: Reit im Alpbachtal-Renon (165,2 km)

Guardare l’ordine d’arrivo di oggi, e sorridere. Ed è tutto quello che c’è da fare, dopo una giornata come questa. Perché vedere il nome di Lorenzo Fortunato al quinto posto (primo degli italiani, come ieri, e ora ottavo in classifica generale a 32”) in una tappa durissima come sanno essere dure le tappe del Tour of the Alps è qualcosa di importante che dice tutto su quello che sta facendo la EOLO KOMETA in questa corsa. Vista la splendida condizione di Fortunato, è cambiato il modo di correre come ci aveva annunciato il direttore Jesus Hernandez ieri sera: “Ora, corriamo da grande squadra”. Niente più fughe, ma un gruppo compatto attorno al suo capitano per accompagnarlo al sicuro fino all’ultima salita: così è stato oggi, con la squadra che è stata splendida al servizio dell’uomo di punta. E così sarà nei prossimi giorni, con la tappa di domani che prevede un arrivo con una lunga salita: terreno perfetto, per migliorare ancora.

La tappa di ieri è stata velocissima, con la fuga di giornata composta da Carr, Vermeulen, Samitier, Juaristi e Schönberger che ha raggiunto un vantaggio massimo di 3’15”, prima che il gruppo guidato dalla solita Ineos riprendesse uno a uno tutti i fuggitivi. Sull’ultima salita (3,9 km all’ 8,5%), la Ineos ha aperto il gas riducendo il gruppetto: a 600 metri dalla fine ha provato Santiago Buitrago, superato poi da Geoghegan Hart che ha bissato la vittoria di ieri e aumentato il vantaggio in classifica generale. Subito dietro il nostro Fortunato, e applausi anche per Fernando Tercero che è stato l’ultimo a staccarsi dal gruppo dei più forti a poco più di due chilometri dal traguardo. È stato invece costretto al ritiro Samuele Rivi, per colpa di una fastidiosa tosse che lo ha tormentato negli ultimi due giorni.

Tercero e Rivi – Photo Ilario Biondi/SprintCyclingAgency

Lorenzo Fortunato: “Ieri avevo detto che mi sarebbe piaciuto migliorare il settimo posto, ed ecco fatto. Sono contento, per il risultato ma soprattutto perché sento di stare benissimo e le gambe girano nel modo giusto. Domani c’è una salita finale che mi piace moltissimo, proverò sicuramente a fare qualcosa. Ma è davvero bello sentire che la condizione cresce, e voglio ringraziare la squadra che ha lavorato benissimo per me”.

Jesus Hernandez: “Bene, benissimo. Sono contento per come abbiamo corso: da grande squadra, a servizio di un capitano in grande condizione. Se guardiamo chi è arrivato davanti a Fortu e chi gli è arrivato dietro, capiamo bene che cosa grande ha fatto: l’arrivo di domani è più adatto a lui, sono fiducioso. Bravissimo anche Tercero, alle prese con una corsa così dura e con tanti campioni, che ha resistito fino alla fine insieme a Fortunato”.

POLTI KOMETA
AURUM VISIT MALTA
GSPORT EOLO SKODA SOLO CAFFE
ENVE KASK BURGER KING SIDI KOO OLIVA NOVA LOTTO
CHIARAVALLI VITTORIA EMEN4SPORT LECHLER BRICS BKOOL PROLOGO ELITE LOOK SVITOL TRAININGPEAKS LACASADELFISIO SPORTLAST VELOTOZE BETA Honest Food Pedranzini