Menu

Albanese, un’altra Top 10. Bais resta in blu.

Giro d'Italia
15^ tappa: Seregno - Bergamo (195 km)

Questo è il Giro delle fughe: quello che premia il coraggio degli attaccanti, che ascolta le preghiere di chi si alza al mattino e sogna l’impresa della vita. E anche oggi, nella “tappa di montagna in città” con l’arrivo a Bergamo dopo tanta salita, a vincere è stato il coraggio. Ha infatti trionfato Brandon McNulty in volata su Healy e Frigo, superstiti del gruppo che aveva attaccato a inizio tappa e del quale facevano parte anche i nostri Gavazzi e Albanese. Ed è proprio Vincenzo, reduce da qualche giorno difficile per qualche malanno, che è stato splendido nel centrare un 9° posto che regala l’ennesima Top10 per la EOLO KOMETA in questo Giro fin qui per noi meraviglioso. Dietro, nel gruppo della maglia rosa, Fortunato ha scaldato le gambe con un attacco nel finale in vista delle prossime montagne mentre Davide Bais ha conservato la maglia blu. Domani, giorno di riposo: ce n’è bisogno, in vista delle tante salite che arriveranno nell’ultima settimana. Ma vediamo com’è andata.

L’azione di giornata si forma dopo 30 km, con un gruppo di 15 corridori con la EOLO KOMETA rappresentata da Gavazzi e Albanese, con il gruppo che lascia fare e il vantaggio che sale fino a oltre 7 minuti. Sul primo GPM passa Ben Healy su Rubio, mentre le salite successive (Selvino, Miragolo) iniziano a mietere le prime vittime: alzano bandiera bianca Dainese, Marcellusi, e poi è il nostro Gava a staccarsi mentre Albanese resiste. Sulla Valpiana il nostro Vincenzo perde contatto dai primi, mentre attaccano Frigo e McNulty seguiti da Ben Healy che li raggiunge e prova ad andarsene da solo ma la discesa successiva ricompone il terzetto che va poi a giocarsi la vittoria allo sprint. Armirail mantiene la maglia rosa.

Vincenzo Albanese: “Dopo qualche giorno di influenza, da ieri ho sentito di nuovo buone sensazioni. Oggi non era la tappa adatta a me, era durissima, ma ho voluto provarci è ho conquistato un nono posto che secondo me è davvero ottimo. Adesso sono stanchissimo, domani il giorno di riposo sarà importante e poi darò tutto nell’ultima settimana: sono molto, molto fiducioso”.

Davide Bais: “All’inizio ho provato ad andare in fuga ma le gambe non erano delle migliori, ma sono molto contento che in fuga ci sono andati Gavazzi e Albanese che poi è riuscito ad arrivare 9°. Adesso la classifica della maglia blu vede tanti pretendenti e sono tutti corridori molto forti, domani cercherò di riposare e martedì darò tutto”

Stefano Zanatta: “Anche oggi siamo partiti subito velocemente, Gavazzi e Albanese sono stati bravi a entrare in una fuga con corridori molto forti. Sulle ultime salite i nostri hanno ceduto ma siamo riusciti a centrare un’altra top10 e a tenere la maglia blu con Bais. Adesso sfrutteremo al meglio il giorno di riposo, poi ci concentreremo sull’ultima settimana dove cercheremo ancora di divertirci”.

POLTI KOMETA
AURUM VISIT MALTA
GSPORT EOLO SKODA SOLO CAFFE
ENVE KASK BURGER KING SIDI KOO OLIVA NOVA LOTTO
CHIARAVALLI VITTORIA EMEN4SPORT LECHLER BRICS BKOOL PROLOGO ELITE LOOK SVITOL TRAININGPEAKS LACASADELFISIO SPORTLAST VELOTOZE BETA Honest Food